Il mago del poker on line vince (ed evade) 6 milioni

Ha vinto sei milioni di euro: un vero mago del poker, così astuto da essersi garantito una vita da paperone. Ma tutto all’ombra del fisco. E ora è stato beccato. È finita a Varese la sua mano vincente: l’uomo è ora nei guai per quei 6 milioni di euro vinti su un sito illegale e mai denunciati al fisco. È stato denunciato per gioco d’azzardo ed evasione fiscale dalla Guardia di finanza di Luino. Gli sono state anche sequestrate due automobili di grossa cilindrata e un appartamento.
L’uomo è un giocatore di poker on-line, così abile da aver realizzato, nel tempo, vincite per quasi 6 milioni di euro, ottenute però attraverso un sito non autorizzato e mai dichiarate al fisco. Aveva iniziato a giocare nel 2007 collegandosi on su internet, su un sito registrato nel Regno Unito. Quel sito però non è stato mai autorizzato dai Monopoli di Stato, che consentono l’accesso legale a una serie di siti presso cui è possibile giocare e le cui vincite vengono tassate a monte, come in tutti i giochi e concorsi legali. Nel tempo, grazie alle sue grandi abilità di giocatore, l’uomo ha accumulato una vincita per quasi 6 milioni di euro: una vincita che gli aveva cambiato la vita, ma di fatto illegale, e sulla quale non aveva mai pagato le tasse previste.
A scoprire il giocatore sono stati i finanzieri della compagnia di Luino che, approfondendo l’analisi di alcune operazioni finanziarie sospette, sono riusciti prima a individuarlo e poi, man mano che hanno proseguito le indagini, a scoprire che le ingenti disponibilità del giocatore, quantificate in circa 6 milioni di euro, provenivano da vincite su un sito «illegale» e non erano mai state dichiarate al fisco. L’uomo rischia anche una multa da 1,2 milioni di euro. «Le vincite ottenute all’estero - spiega il comandante provinciale della Gdf di Varese ad Agipronews - sono considerate tra i “redditi diversi” su cui si applica una aliquota del 20%».