Mai il Ferraris chiuso per neve Neppure quando si gelò il mare

È la prima volta nella storia dei campionati di calcio italiani di serie A e B in cui una partita di calcio viene rinviata a Genova causa neve. La cosa non si verificò neppure nell'inverno 1929 quando lastre di ghiaccio comparvero in mare presso le coste liguri. Sono in possesso di foto che risale al gennaio 1942 nella quale si nota l'ala sinistra juventina Colaussi, già campione del mondo nel 1938, battere con un «rasoterra» un infreddolito Sain, il non dimenticato «tenaggia» sul terreno di un Ferraris eccezionalmente imbiancato. Né mancavano spettatori. Per la storia, in quel campionato il Genoa finì davanti ai bianconeri dietro solo alla Roma di Amadei, al Torino di Gabetto e al Venezia di Valentino Mazzola. Mi direte che oggi i tempi sono cambiati unitamente alle esigenze. A parte umoristiche quanto inevitabili e spontanee considerazioni circa le propagandate catastrofi climatiche, credo che i mezzi tecnologici disponibili siano ben altra cosa. Quel che purtroppo è ben altro consiste in una ben diversa volontà di vivere una vita degna di essere vissuta. Con i migliori saluti.