«Mai più in città il deserto di Ferragosto»

Mai più una Milano chiusa d’agosto. Il Comune ha fatto la sua parte, ma i privati no. La strigliata arriva da Letizia Moratti che, nel giorno di Ferragosto, chiede ai negozianti un maggior impegno soprattutto nel periodo estivo. «Unione del commercio e mondo della moda - l’appello del sindaco - devono fare di più». Soprattutto oggi che Milano è diventata, dopo Roma, la seconda città turistica. Davanti a Venezia e Firenze. «Il Comune - ricorda la Moratti - ha organizzato centinaia di eventi. Ma, soprattutto nel quadrilatero della moda, si offre troppo poco». Per porre rimedio è già stato convocato per settembre un tavolo per cominciare già a organizzare la prossima estate. «Letizia Moratti ha ragione - la replica dell’assessore Tiziana Maiolo -, ma nessuna costrizione ai commercianti. Serve solo l’accordo di tutti. Ma importante sarebbe anche tenere gli uffici aperti e scaglionare le vacanze». Aprire Palazzo Marino per iniziative culturali, artistiche e musicali gratuite, la proposta del presidente del consiglio comunale Manfredi Palmeri.