«Mainframe», Ibm e la marcia sulla via della semplificazione

Ibm continua la sua marcia sulla strada della semplificazione degli ambienti It, della flessibilità e al tempo stesso della riduzione dei costi. Attraverso la migrazione di applicazioni e dati sparsi su una piattaforma più economica, scalabile e gestibile. Nel corso del 2009 ha annunciato il rilascio di circa trenta nuovi aggiornamenti di applicativi per fare crescere il vantaggio dell’utilizzo di System z come piattaforma mainframe per lo sviluppo, l’esecuzione e la gestione delle applicazioni e dei dati.
Investimenti e sforzi importanti per Ibm - 100 milioni di dollari in 5 anni - «ripagati» dall’interesse crescente dimostrato dagli Isv (venditori indipendenti di software): solo nell’ultimo anno 150 nuovi Isv - tra cui Sap, Chordiant, Temenos, i-flex, Aci e Norkom - hanno scelto questa piattaforma e sono state aggiunte più di mille applicazioni di nuovi fornitori.
Gli aggiornamenti per System z riguardano le linee di prodotti a marchio Ibm per architettura, sviluppo e distribuzione delle applicazioni; business intelligence e gestione del database; gestione delle transazioni e It Service Management.
Ibm sta lavorando anche sul perfezionamento delle procedure per la migrazione dai server Sun e Hp a Ibm System z, in particolare sulla piattaforma Linux, riducendo costi e inefficienze.
I nuovi servizi di consolidamento dei server e di migrazione (Server consolidation and migration services), grazie alla sostituzione di metodi lenti e manuali con una soluzione automatizzata, riducono i tempi di consolidamento e migrazione delle applicazioni da mesi a settimane, abbattendo i costi e facilitando la gestione.
Ibm sta investendo molto su Linux, che si rivela lo strumento migliore per consolidare i carichi di lavoro e sviluppare nuove applicazioni mainframe: quasi 2.800 delle 5.000 applicazioni esclusive disponibili sulla piattaforma System z sono basate su Linux. Ed è su Linux circa la metà delle mille applicazioni nuove o aggiornate prodotte per il mainframe Ibm nel 2008. Più del 40% dei nuovi clienti z lo scorso anno ha installato Linux.
Nel 2008 Ibm ha già assistito più di 150 clienti, di svariati settori in tutto il mondo, nella migrazione da sistemi concorrenti ai mainframe Ibm. Questo ha contribuito a fare quasi raddoppiare la quota di mercato di Ibm System z in questi ultimi dieci anni: dal 17 al 32% (fonte: Idc).
Quaranta clienti hanno scelto di lasciare sistemi dei concorrenti per passare al mainframe Ibm tra cui Hdfc Bank in India, Russian Railways, Travelport, Donovan Data Systems (Regno Unito), Handelsbanken (Svezia), Daishi Bank (Giappone), Sun Life Financial (Canada), l’Istituto di assicurazione sanitaria della Slovenia.
In particolare per il sistema bancario, Ibm e Sap offrono un’architettura di riferimento per gestire le soluzioni Sap su System z con i prodotti WebSphere, Tivoli e Information Management Ibm. I clienti possono utilizzare le linee guida su come ottimizzare SaP su System z, indicazioni basate su esperienze di importanti banche di tutto il mondo. Il 27 maggio 2009 Ibm e University of North Carolina Health Care (Unchc) hanno annunciato l’uso di un archivio dati (data warehouse) - costruito sulla Ibm Health Integration Framework con software InfoSphere e WebSphere su mainframe System z e computer System p - per velocizzare lo sviluppo di nuovi trattamenti per malattie come diabete, fibrosi cistica e cancro.
Negli Stati Uniti, Verizon Communication, uno tra i maggiori player nel campo delle telecomunicazioni sfrutta il suo Information Management Software - software per la gestione delle informazioni - su System z per eseguire 2,25 miliardi di transazioni al mese e sostenere la crescita di business.
Ma Ibm non si ferma qui e punta sulla formazione, con il suo programma Academic Initiative, per far crescere le competenze sul mainframe degli studenti. Oggi 600 università in tutto il mondo aderiscono al suo programma, che prevede, da parte di Ibm, la fornitura di materiale didattico sui server Ibm System z di classe enterprise e il supporto al dialogo tra aziende che utilizzano i mainframe con i docenti che insegnano la tecnologia. Gli studenti che hanno fatto corsi sui mainframe Ibm hanno opportunità garantite presso importanti istituti bancari.