La Maiolo esce dalla giunta: "Decisione consensuale". Lei: "Torno alla politica"

Dimissioni da assessore alle Attività produttive dopo le divergenze con la Moratti. La Maiolo coordinerà la campagna elettorale del Pdl per le elezioni provinciali di primavera. Podestà: "La sua grande esperienza ci conentirà di riconquistare Palazzo Isimbradi"

Tiziana Maiolo non ricopre più l’incarico di assessore alle Attività Produttive del Comune. La decisione, concordata con il sindaco Letizia Moratti, ha assunto oggi, grazie a una nota del Comune, il carattere dell’ufficialità. «Durante il colloquio svoltosi ieri - riferisce un comunicato del Comune - tra il sindaco di Milano, Letizia Moratti, e l’assessore alle Attività Produttive, Tiziana Maiolo, si sono evidenziate differenti opinioni, e per tale motivo sindaco e assessore hanno consensualmente deciso una cessazione delle funzioni di assessore da parte di Tiziana Maiolo».

Uscita dalla Giunta comunale di Milano per incompatibilità con il sindaco l’ex assessore si appresta a rivestire il ruolo di coordinatrice della campagna elettorale del Pdl per le elezioni provinciali di Milano, in programma per la prossima primavera. Lo riferisce il coordinatore lombardo di Forza Italia Guido Podestà, designato tempo fa da Silvio Berlusconi proprio a candidato presidente nella corsa a Palazzo Isimbardi, ruolo a cui la stessa Maiolo nei mesi scorsi aveva annunciato pubblicamente di ambire. «Ho chiesto a Tiziana Maiolo, che ha accettato con entusiasmo - ha affermato Podestà - di coordinare la campagna elettorale delle prossime elezioni provinciali. Sono certo che con la sua grande esperienza e grazie alle sue capacità l’ obiettivo di riconquistare Palazzo Isimbardi sarà raggiunto». Il coordinatore lombardo di FI ha ricordato in una nota le «crescenti divergenze di opinioni» tra il primo cittadino milanese e il suo amministratore: divergenze che «si sono tradotte in una incompatibilità di fatto, che oggi impedisce il sereno prosieguo dell’esperienza amministrativa dell’assessore alle Attività Produttive, fin qui svolta con passione e attenzione ai problemi della città».

«In questo momento storico, molto importante per la costituzione del nuovo partito del Popolo delle Libertà, inizio con entusiasmo il mio nuovo lavoro di coordinamento della campagna elettorale per le elezioni provinciali 2009, ritornando alla politica attiva dopo un lungo periodo dedicato all’attività parlamentare e amministrativa». Con queste parole Tiziana Maiolo ha confermato il suo nuovo ruolo politico all’interno del Pdl ha riconosciuto le ragioni che hanno portato alla fine del suo impegno nella Giunta comunale. «Ho cessato - ha affermato Tiziana Maiolo - in comune accordo con il sindaco Letizia Moratti, le mie funzioni di assessore alle Attività Produttive del Comune di Milano. Si sono verificate in questi mesi di lavoro divergenze che, a lungo andare, hanno logorato la situazione e i rapporti».