La Maiolo infortunata va da Silvio in carrozzella

Sembrava quasi fatto apposta. Lei, Tiziana Maiolo, assessore ai Servizi sociali, si è fatta trovare in carrozzella al Trivulzio durante la visita di Berlusconi, con la Moratti e Albertini. E il sindaco, tra poco ex, la battuta non se l’è tenuta: «Brava, un bell’evento mediatico». Invece era, purtroppo, tutto vero. Ieri mattina l’assessore mezza influenzata, quasi senza voce e dopo un aerosol-bomba per la tosse si è catapultata fuori di casa per raggiungere la Moratti al primo dei tanti appuntamenti della giornata. Erano le 8. Troppo presto e troppo di corsa. Il piede è girato e la Maiolo è caduta a terra anzi «cadutissima», dice lei. Gente intorno, imbarazzo, fermata al bar per un impacco di ghiaccio. Veloce passaggio da casa per sostituire i «tacchi» galeotti con le scarpe da jogging, via al Trivulzio per l’appuntamento col presidente di Fi, la Moratti e Albertini. Visto che era lì le hanno fatto subito anche la lastra. Così quando il trio della Cdl è arrivato lei era sulla carrozzella pronta a passare la visita. Risultato: distorsione. Liquidata con una fascia, una stampella e una raccomandazione: riposo, assoluto. Ride la Maiolo: «Ho un appuntamento alle 16, uno alle 18 e uno alle 20». È la maratona elettorale. E dunque non le è rimasto che comprare il gel antinfiammatorio e andarsene in giro col piedone dolorante.