Maire punta all’estero

L’acquisizione di Tecnimont, ceduta da Edison a Maire Holding per 180 milioni di euro, è stata fatta per favorire «lo sviluppo di un polo italiano nel settore dell’ingegneria». Lo ha riferito Fabrizio Di Amato, amministratore delegato della Maire Engineering. La società che nascerà dall’unione delle due aziende si candida a essere un competitore globale tra le società di ingegneria e costruzioni, con un portafoglio ordini già oggi suddiviso a metà tra Italia ed estero, in particolare Brasile, India e Cina.