Makelele che trame

6 BARTHEZ. Reattivo, anche se, è giusto ricordarlo, non ti toglie mai il brivido di dosso. E questo è sempre un problema.
6,5 SAGNOL. Penetra con buona facilità sulla sua fascia. Iperattivo.
5,5 THURAM. Cerca i guai da solo con quell’intervento da rigore. Poi vuol evitare altri svarioni. Ma che fatica dal primo all’ultimo minuto per lui!
6 GALLAS. Personalità non proprio esuberante ma, in ogni caso, una serata da sufficienza in pagella.
6 ABIDAL. Lavora con grande umiltà e dedizione alla causa. Corre tanto. Poco consistente.
7 RIBERY. Per mezz’ora se la dorme, poi sbuca come un leprotto e fulmina la Spagna per l’1-1 che rimette la partita in equilibrio.
7,5 VIEIRA. Non si spreca più di tanto, ma quando ci prova sono belle giocate. Vince in due mosse: quell’assist- stilettata per Ribery (gol dell’1-1) e quella mazzata di testa, la sua, per la rete del 2-1.
6,5 MAKELELE. Rammendi e controrammendi sono sempre il suo forte. Non molla spazio, bada solo al sodo.
5,5 MALOUDA. Si fionda da una fascia all’altra. Tipico francesino confusionario e caotico che in positivo serve a poco.
Dal 29’ st GOVOU sv.
7 ZIDANE. Vorresti quello che non ti può dare più. Ed allora vale accontentarsi delle sue briciole di classe. Ed alla fine ti regala il gol che delizia la platea.
5 HENRY. Servito poco e male, appena gli arriva un pallone giocabile diventa un serpente.
Dal 29’ st WILTORD sv.
Allenatore DOMENECH 5,5. Preso atto del punteggio, alla fin fine gli va bene. Ha gli uomini gol ma tutti mal sfruttati.
Arbitro ROSETTI 5. Fischia con attenzione e decisione. Commette un errore e si corregge. Punta sicuro sul rigo re a favore degli spagnoli.