Il mal di schiena di Renzi

Anche il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, sta invecchiando. Sì, proprio quel rottamatore che Crozza dipinge con l’ orsacchiotto e che il mensile Max ritrae con il biberon. È stato qualche giorno a sciare all’Abetone ed è tornato con un bel mal di schiena. Poi c’è la sua completa scomparsa dal video: fino a un po’ di tempo fa, passavi di canale in canale e lui c’era. Da Palazzo Vecchio i suoi esperti di comunicazione spiegano che è solo una strategia. Non c’è più l’urgenza di fine ottobre quando la presenza di Berlusconi e il dibattito del Pd avevano creato il clima perfetto per la crescita di Renzi. «Quindi sbaglia chi pensa che abbia deciso di mollare la presa», dicono i suoi. In questi giorni riunioni fiume con Faraone, Gori, da Empoli, Matteo Richetti. E anche con Marco Carrai. A Milano e Firenze soprattutto. A breve uscirà anche il suo nuovo libro, più politico e meno amministrativo. La campagna di Renzi è solo all’inizio.