Malabar Circle As sbanca il «Lotteria»

Lo svedese, guidato da Andrea Guzzinati, fulmina il tedesco Lets Go

Alberto Cagnato

Raramente l’epilogo del Gran Premio della Lotteria di Agnano è stato tanto avvincente e spettacolare come quello ammirato ieri nella piana d’Agnano. Andrea Guzzinati questo Lotteria non l’aveva mai vinto: ieri il fascinoso driver torinese ha colmato la lacuna portando ad uno strepitoso successo il 7 anni svedese Malabar Circle As, protagonista di un finish imparabile al centro della pista che gli ha permesso di fulminare per un’incollatura il tedesco Lets Go che lo aveva preceduto in batteria. All’ingresso in retta d’arrivo Pippo Gubellini non lesinava la frusta al suo Derrick di Jesolo, impegnato alla spasimo per superare il battistrada Straightup, guidato da Jorma Kontio. Ma a cento metri dal palo i due duellanti venivano sovrastati da Lets Go che si trascinava Malabar Circle As e il francese Ludo de Castelle. Enrico Bellei con il suo Lets Go sembrava in grado di conquistare il successo, ma su di lui piombava Malabar Circle, sostenuto alla grande da Andrea Guzzinati, che lo «giustiziava» a fil di traguardo alla media di 1’12”1. Terzo Ludo de Castelle davanti a Derrick di Jesolo (primo degli italiani) che vinceva il suo duello personale con Straightup.
L’atteso svedese Digger Crown, dopo aver dominato la propria batteria, in finale si toglieva subito di scena con una lunga rottura. Ancor peggio di lui faceva il suo connazionale Smashing Victory, spettatore anonimo in batteria.
Malabar Circle As, che appartiene agli italiani Gianluca Risso e Luca Stendardo, alterna le prestazioni in pista con l’attività stalloniera: in questa stagione di monta ha ricevuto la «prenotazione» di 110 fattrici. Cinquanta sono già gravide, le altre verranno servite entro l’estate.