La malasanità a Milano? Otto denunce su dieci sono bufale

«Su 474 cause di risarcimento avanzate in cinque anni - spiega Riccardo Zoja, direttore della scuola di specializzazione in medicina legale alla Statale - ben il 72 per cento si è rivelata priva di fondamento ed ha portato a un nulla di fatto». Dati confortanti, a detta del coordinatore del Laboratorio di responsabilità sanitaria dell’ateneo, Umberto Genovese: «Queste cifre ci confermano che in Lombardia la sanità funziona e che i casi di malasanità non sono tutti quelli di cui parla la stampa». Quindi i casi di malasanità ci sono, ma non sono certo quelli denunciati. A confermarlo è della sezione di medicina legale e delle assicurazioni dell’università Statale che ridimensiona, e non di poco, la situazione: a Milano otto casi di presunta malasanità su dieci si rivelano infondati e portano a scagionare il medico incolpato. I 90 casi di cure sbagliate denunciati in Italia ogni giorno sarebbero quindi un’esagerazione. Tuttavia le denunce di errori sono in continua crescita: la Regione Lombardia ha catalogato duemila richieste di risarcimento negli ultimi sei anni.