Malato di leucemia a 8 anni si «sposa» e realizza il suo sogno

Lo sposo bambino aveva 8 anni. Malato terminale di leucemia, così ha potuto realizzare il suo ultimo desiderio, prima di morire: unirsi alla fidanzatina, compagna di scuola, in una (finta) cerimonia di nozze. È successo a Derby, nel nord dell’Inghilterra. Subito dopo le nozze fittizie, Reece Fleming avrebbe detto alla mamma: «Ora posso andarmene». E cosi è avvenuto, il giorno seguente. Il matrimonio è stato «celebrato» nella stanza da letto del ragazzino che, per l’occasione, ha indossato la sua camicia preferita. Elleanor Pursglove, anche lei di 8 anni, era in abito da sposa e ha ricevuto una rosa rossa dal fidanzatino.
Il matrimonio per gioco era l’ultimo di un elenco di desideri che Reece si era prefissato di realizzare prima di arrendersi definitivamente alla malattia che lo ha colpito all’età di 4 anni. La lista, tra le altre cose, comprendeva un giro su una Ferrari e su una Porsche, trascorrere una giornata in una caserma dei vigili del fuoco e organizzare una festa a tema sui pirati con gli amici. Insomma, i sogni di un bambino come tanti. La storia vera ricorda quella di un recente film, Non è mai troppo tardi, in cui Jack Nicholson e Morgan Freeman interpretano due malati terminali che si danno alla pazza gioia, realizzando tutti i loro sogni prima di morire. La madre di Reece ha raccontato tutto al tabloid britannico Daily Mail.