«Malato di Sla, lotto per vivere»

Ecco le poche parole con cui Stefano Borgonovo ha confessato al Corriere della Sera la sua malattia: «Io sono Stefano Borgonovo, sono malato di Sla. Ho aperto una fondazione per aiutare chi è nelle mie condizioni. Voglio trovare soldi per la ricerca: magari salta fuori la penicillina del 2008. Mi rifiuto di pensare che la Sla sia una malattia del pallone. Io, se potessi, scenderei in campo adesso, su un prato o all’oratorio. Perché io amo il calcio. Sono arrabbiato con Pessotto che ha scritto un libro per raccontare che voleva morire, mentre io sono qui che voglio vivere».