Male anche Sheva Kaladze ci prova

MILAN
DIDA sv. Un paio di retropassaggi non proprio canonici gli procurano lavoro supplementare: quando gli tocca parare si fa trovare pronto.
CAFU 6. Per volontà del tecnico e anche per il ridotto carburante nel serbatoio evita di fare l’ala destra e si tiene a stretto contatto della difesa. Nella ripresa molla gli ormeggi.
STAM 6. Ogni intervento un fallo, neanche grave o cattivo, ogni chiusura un affanno e la palla tra i piedi gli scotta. Nella ripresa prende possesso della sua metà campo.
MALDINI 6,5. Gli tocca cantare e portare la croce: e cioè organizzare la difesa e provvedere nel frattempo a far ripartire il gioco dalle retrovie.
KALADZE 6,5. Sbaglia troppo in partenza, nelle chiusure e nell’accompagnare gli attacchi, prima di carburare e di trovare anche un superGomes su una stoccata dal limite.
GATTUSO 6. È uno dei pochi che corre dall’inizio fino alla fine, che tampona e rilancia: ma uno su undici è una percentuale troppo bassa per le esigenze della patria.
PIRLO 6. Ha bisogno di un tempo per scaldare il piedino e per dettare qualche lancio dei suoi. Tenta anche la prodezza balistica dalla distanza per schiodare il risultato.
SEEDORF 5. Non è in discussione la qualità tecnica, semmai l’utilità di qualche giocata e certi dribbling azzardati che fanno venire i brividi alla panchina.
Dal 29’ st SERGINHO sv.
KAKÀ 5,5. Il repertorio è discreto: prima si dedica a Vieri, poi cerca di risolvere da solo la pratica, quindi s’imbatte in un altro portiere brasiliano (Gomes) di valore.
SHEVCHENKO 5,5. Prende un colpo alla caviglia nella prima frazione, stringe i denti all’intervallo, rientra nella ripresa, ne prende un altro e deve uscire.
Dal 5’ st INZAGHI 6. Appena lo vedono scaldarsi sul prato, tutta la curva comincia a fremere nell’attesa di un qualche miracolo. E invece Pippo deve scaldare ancora i muscoli e trovare il ritmo partita.
VIERI 4,5. Se non centra subito la porta nelle due occasioni utili è già un guaio, se poi si fa «pescare» in fuorigioco allora diventa un handicap, non certo una risorsa. E se infine non prende una palla nelle mischie in area, allora c’è da chiedersi: perché si ostinano a farlo giocare?
All. ANCELOTTI 6. Prima domanda: perché Gilardino in tribuna? Seconda: perché dentro Serginho così tardi?
PSV EINDHOVEN
Gomes 7, Reiziger 6.5, Alex 6.5, Ooijer 6, Lamey 6; Afellay 6, Simons 5, Cocu 6; Beasley 5, Robert 5 (dal 18’ st Aissati 5), Farfan 5. All. Hiddink 6.
Arbitro: Plautz 6 (Austria).