La Malfa da cartellino rosso

La notizia avrebbe un che di storico, se il soggetto in questione - il Partito repubblicano italiano - non fosse ormai ridotto a poca cosa, almeno dal punto di vista elettorale e organizzativo. Il Pri terrà presto un Congresso straordinario. E lì ci sarà la resa dei conti tra il segretario Francesco Nucara e Giorgio La Malfa. A spaccare letteralmente in due i deputati repubblicani è stata la scelta se aderire al gruppo misto o al Popolo della libertà. Nucara ha scelto il primo, La Malfa il Pdl, nelle cui liste è stato eletto. A Nucara la cosa non è andata giù e ora sarebbe intenzionato a chiedere l’espulsione per Giorgio, figlio di Ugo La Malfa, leader storico del partito.