Malinconico il contolo paga solo oggiE l'hotel lo rispedisce

Con qualche anno di ritardo il sottosegretario salda il conto delle sue vacanze ma l'albergo: a noi non deve nulla

Il bonificio per i soggiorni del sottosegretario Carlo Malinconico, quello che avrebbe dovuto pagare per le vacanze a Porto Ercole "offerte" da Francesco De Vito Piscicelli, finalmente, è arrivato. Se questa mattina l'hotel Pellicano sottolineava di non avere ancora ricevuto nulla, ma che d'altronde il bonifico non era necessario, visto e considerato che quanto c'era da pagare era già stato corrisposto da Piscitelli, ora i soldi sono arrivati, e sono stati prontamente rispediti al mittente.

Roberto Sciò, il proprietario dell'albergo, aveva già annunciato che se il bonifico fosse arrivato sarebbe stato rimandato indietro. "Dopo tre-quattro anni?", si chiedeva, sottolineando anche come non fosse affatto stupito delle dimissioni del sottosegretario. "Non credo che potesse fare altro, eticamente non credo sia il massimo essere coinvolto in una storia del genere, umanamente mi spiace per una persona così a modo".

E ora il bonifico è arrivato. Invano però, perché l'albergo lo ha restituito subito. "Abbiamo ricevuto una somma di oltre 19mila euro con la motivazione soggiorni 2007-2008, ma quei soldi non possiamo accettarli", ha sottolineato Sciò: "Nulla ci è dovuto".