Malpensa, il Carroccio «sposa» la linea Penati

Prove di alleanza tra il Pd e la Lega. Il capogruppo milanese del Carroccio Matteo Salvini raccoglie almeno in parte l’appello del presidente della Provincia Filippo Penati che ha proposto un asse tra centrosinistra e Lega in Lombardia per difendere Malpensa e finanziare Expo. Già nei giorni scorsi, i senatori del Pd hanno scritto una lettera a tutti i parlamentari lombardi per lanciare una collaborazione bipartisan sugli stessi temi, a Palazzo Marino il capogruppo dell’opposizione Pierfrancesco Majorino ha invitato il centrodestra a chiedere un consiglio straordinario e far fronte comune su aeroporti milanesi ed Esposizione universale. E ieri l’onorevole leghista Salvini ha precisato che «se Malpensa è ridotta nelle condizioni in cui è, lo si deve a chi ha iniziato a desertificarla, ovvero il governo di Centrosinistra». Ma, ha però ammesso, «possiamo fare alcune battaglie concrete col Pd. Nel senso che se i Democratici lottano in difesa di Malpensa e per finanziare l’Expo a noi va benissimo sostenerli. Detto questo noi nel Centrodestra ci stiamo e ci staremo bene se rispetterà i patti coi quali abbiamo vinto le elezioni».
Il governatore Roberto Formigoni non perde le speranze che i fondi che mancano per l’organizzazione dell’Expo possano ancora spuntare in Finanziaria: «Per inserire dei finanziamenti a favore dell’Esposizione c’è tempo fino alla fine di dicembre - fa presente -, quando sarà approvata la Finanziaria. Non è detta l’ultima parola». E ribadisce che «molte risorse sono già nel nostro carniere, altre vanno reperite in queste settimane anche con metodi innovativi, anche aspettandosi che i privati possano investire in un evento che avrà risonanza mondiale».
La Regione, riferisce, ha intanto deciso il nome del suo rappresentante nel consiglio di amministrazione della Soge, la società che gestirà l’evento. Il prescelto dovrebbe essere Paolo Alli, attuale capo della segreteria di Formigoni, ma il presidente non scioglie le riserve. Pirellone, Comune e Provincia dovrebbero sciogliere le riserve a breve, la Camera di commercio ha già ufficializzato invece nei giorni scorsi che Diana Bracco sarà il proprio membro nel cda.