A Malpensa una nuova «low cost»

La compagnia si aspetta 1,2 milioni di passeggeri

Andy Harrison, amministratore delegato easyJet, ha inaugurato ieri a Malpensa la 16ª base della compagnia low cost. Nei prossimi dodici mesi la compagnia si aspetta di trasportare più di 1,2 milioni di passeggeri da Malpensa su 12 rotte, di cui tre domestiche e nove internazionali.
Per la compagnia avere base a Malpensa significa avere permanentemente tre Airbus 319 nell’hub. L’investimento determinerà la creazione di 100 posti di lavoro per piloti ed equipaggio e la creazione indiretta di altri 1200 posti di lavoro nell’area di Milano. Andrew Harrison ha dichiarato: «Offriamo tariffe molto basse e allo stesso tempo attenzione verso il consumatore: una combinazione che nessuna altra compagnia può vantare. Riteniamo che i passeggeri italiani abbiano avuto a che fare per troppo tempo con tariffe troppo alte e con un servizio di bassa qualità. Il nostro obiettivo è cambiare questa situazione». Giuseppe Bencini, Presidente Sea, ha espresso la sua soddisfazione: «Siamo il primo aeroporto italiano per il traffico charter e ora ecco un nuovo importante accordo con un vettore leader in Europa che già serve altri grandi hub».