A Malpensa strage sfiorata sulla pista per colpa di un medico

L’allarme anti intrusione è risuonato l’altra sera alle 20.12 alle torre di controllo di Malpensa e quando i tecnici hanno attivato il radar di terra si sono accorti di un’auto in mezzo alla pista. L’allarme è rimbalzato a un aereo proveniente da Barcellona e ormai prossimo all’atterraggio. Il velivolo, a cui mancava un solo minuto prima di toccare il suolo, alle 20.13 è stato costretto a riprendere quota e girare sopra lo scalo tra lo spavento dei passeggeri.
Si è poi scoperto che si trattava della dottoressa dell’aeroporto che, mentre si spostava tra le infermerie dei due terminal, aveva sbagliato strada. Quando ha capito dove si trovava, presa dal panico si è bloccata in mezzo alla pista ed è stata poi recuperata dal personale Sea. Una volta dato il cessato allarme il velivolo ha ricevuto la nuova autorizzazione all’atterraggio, avvenuto alla fine con dieci minuti di ritardo. In attesa della conclusione delle inchieste interne, al medico è stata subito ritirata la patente aeroportuale e sospeso il contratto di consulenza con lo scalo.