Maltempo, allagamenti e disagi in tutta la città

Allagamenti, abbattimenti di alberi, cedimenti del manto stradale: il maltempo ha sferzato la città per tutto ieri e per tutta la notte precedente, creando danni e disagi. In particolare i vigili urbani sono dovuti intervenire per vari allagamenti che si sono verificati in via dell’Almone, nel territorio dell’XI municipio, in largo La Loggia e in via Portuense, nel XV municipio, in via Munoz a Ostia, in via del Casaletto (XVI municipio) e in via Salaria all’incrocio con via Montevarchi. Più elevato della media il numero degli incidenti stradali che, nella notte, sono stati 28, di cui 8 con feriti. Durante il temporale sono caduti alberi, che talvolta hanno danneggiato auto in sosta in via Labico (VI municipio), via Pasquale Tola (IX municipio) e in via Leone IV (XVII municipio). In via di Forte Boccea è stato necessario un intervento di ripristino del manto stradale che era improvvisamente ceduto. Il traffico è stato difficile nelle ore di punta del mattino sulle consolari in entrata, sulla tangenziale est, sul tratto urbano dell’A 24 e in via di Malafede, nel XIII municipio, dove i vigili erano in assemblea.
E intanto l’associazione di consumatori Aduc ha una poposta per diminuire i disagi periodici provocati dalle piogge. «Alcune operazioni - dice il presidente Primo Mastrantoni - ci sono: pulire tombini e caditoie. Servono soldi? Non necessariamente perché il problema può essere risolto imponendo alle imprese che scavano come Acea, Italgas e Telecom di pulire anche i pozzetti del tratto di strada interessato allo scavo. Poiché tutte le strade romane prima o poi saranno interessate dai lavori, il problema troverebbe soluzione nel volgere di qualche anno e senza costi aggiuntivi per la comunità. Nel frattempo potremo fare il gemellaggio con Venezia».