Maltempo blocca due metro su tre

La circolazione dei treni della
metropolitana milanese è interrotta su due linee a causa
delle forti piogge di ieri. Linea 2 interrotta da Cascina Gobba e Cassina de Pecchi. Un guasto paralizza la linea 1. Forti disagi

Milano - Il maltempo ha messo in ginocchio il capoluogo lombardo. La circolazione dei treni della metropolitana milanese è interrotta su due linee a causa delle forti piogge di ieri. L’esondazione del Naviglio della Martesana ha determinato l'interruzione della circolazione dei treni sulla linea 2 tra le stazioni di Cascina Gobba e Cassina Dè Pecchi. Non solo. A causa di un treno guasto nella stazione Duomo, la circolazione è rimasta interrotta anche sulla linea 1 tra le stazioni di Pasteur e Cairoli.

Disagi nell'hinterland Numerosi disagi alla circolazione questa mattina nell’hinterland di Milano per le esondazioni del Lambro, del Molgora, del Seveso e del naviglio della Martesana. Per tutta la mattina la linea 2 della metropolitana è rimasta interrotta tra Cascina Gobba e Cassina de Pecchi, per l’allagamento dei binari provocato dalle acque della Martesana, uscite dagli argini all’altezza di Cernusco sul Naviglio. Problemi sono stati registrati anche su alcuni accessi autostradali: la polizia ha chiuso lo svincolo Zucca, sulla A4 direzione est verso la A52 e, sulla tangenziale Nord di Milano, sono stati momentaneamente interdetti alla circolazione lo svincolo Monza-Sant’Alessandro, in direzione Sud e il nuovo accesso di Cinisello Nord. È stato invece riaperto l’accesso di Mecenate, chiuso nella notte.

L'intervento dei vigili Il maltempo ha impegnato anche i vigili del fuoco che nelle prime ore della mattinata sono dovuti interventire a Burago Molgora per estrarre alcune auto bloccate nei sottopassi inondati. Il sole che da stamani e tornato su Milano e l’hinterland sta comunque riportando lentamente la situazione nella normalità. È ripreso regolarmente il transito della metropolitana sulla linea 2, che questa mattina era stata interrotta tra Cascina Gobba e Cassina de Pecchi, per l’allagamento dei binari provocato dalle acque della Martesana.