Il maltempo continua a flagellare l'Italia

Burrasche, vento forte e grandinate in Liguria. Nevica in Piemonte. Tromba d'aria sul lirìtorale pisano. Pericolo di valanghe in Alto Adige e in
Trentino, in seguito alle nevicate, soprattutto in quota. Cade dal tetto per liberare l'antenna dalla neve: grave ventiduenne

Roma - Il maltempo non dà tregua: mereggiate, piogge intense, grandinate, trombe d'aria, neve flagellano l'Italia dal Nord al Sud. Dal alcune ore nevica in Piemonte e sull'arco alpino, in particolare in Trentino Alto Adige.

Una violenta mareggiata ha provocato danni su tutto il litorale della provincia di Imperia. Al Porto Vecchio di Sanremo un'onda ha anche rovesciato un'imbarcazione in un cantiere navale. A Bordighera il mare ha seriamente danneggiato gli stabilimenti balneari, uno in particolare, il 'Playa Argentina', dove è stato sollevato anche l'asfalto all'ingresso. Per tutta la mattinata sono proseguiti i sopralluoghi di vigili del fuoco e polizia municipale. Danni anche a Ospedaletti, con piccoli gozzi rovesciati e all'interno del cantiere del costruendo porto di Baia Verde, sommerso dall'acqua. Le onde, in alcuni casi, hanno raggiunto la passeggiata a mare, soprattutto a Bordighera riversando ghiaia sui mezzi in sosta. Colpiti gli stabilimenti balneari.
Ma tutta la Lguria è colpita da temporali violenti con venti di burrasca e raffiche di tempesta fino a 130 km orari, oltre a trombe d'aria. L'allertadurerà almeno fino alle 17 di domani, lunedì.  Domani, permangono le stesse condizioni fino al mattino poi i fenomeni dovrebbero attenuarsi. Ancora precipitazioni diffuse però martedì con quantitativi significativi in particolare nel levante ligure. 

Grandine sul Lazio, Roma allagata All'alba si e' abbattuto sul tutto il Lazio un violento temporale con una grandinata che ha colpito soprattutto la Capitale. La quantita' di acqua caduta ha completamente allagato numerose piazze e parti di vie consolari. In particolare grandi disagi sono segnalati dai vigili urbani per allagamenti piazza del Colosseo, in via Cassia (altezza n.548), piazza Numa Pompilio, via delle Mura Portuensi, via Boccea, e piazza Ostiense. Un unico incidente stradale e' avvenuto attorno alle 2,00 della notte costringendo alla chiusura parziale di via Casilina che pero' e' stata riaperta alle 4. 

Tromba d'aria sul litorale pisano Una tromba d'aria si è abbattuta la scorsa notte sul litorale pisano, da Calambrone a Tirrenia, sradicando alberi che sono finiti sul viale a mare e sull' Aurelia creando disagi al traffico. La zona più colpita è stata quella del Calambrone. Piante sono state abbattute dal vento anche in città. C'é preoccupazione per l' ingrossamento dei fossi lungo la statale dell' Arnaccio, in località Biscottino. L'acqua è all'altezza del ciglio della strada. Il vice sindaco di Pisa, Paolo Ghezzi, è in zona. "Siamo preoccupati per il pomeriggio perché le previsioni indicano un forte peggioramento". A causa delle avverse condizioni meteo, il Comune di Pisa ha deciso di annullare la domenica ecologica riaprendo la città al traffico con l' unica eccezione di un tratto dei lungarni dove si tiene il mercato. Tutta la Toscana è stata flagellata dal maltempo, con vento forte e pioggia che ha contribuito a ingrossare il corsi d'acqua provocando l' allerta, in alcune zone, della protezione civile. Nei porti turistici sono stati rinforzati gli ormeggi, in particolare a Viareggio. E i pescherecci sono rimasti fermi. Nonostate il vento e il mare mosso sono regolari i collegamenti con le isole dell' arcipelago. Qualche disagio per raggiungere il Giglio da Porto Santo Stefano dove sono state annulate le corse dei traghetti della prima mattina. La scorsa notte a Viareggio un fulmine ha colpito il tetto di un ristorante: solo spavento per i clienti e dipendenti. Dopo i temporali della notte, questa mattina la Versilia è stata battuta dalla grandine e in quota è comparsa la neve. Grandine anche a Massa: la città è stata colpita per 30 minuti, dalle 10.30 alle 11.da grandi chicchi diacqua ghiacciata: uno strato di due centimetri si è depositato nel centro abitato, mentre nei paesi di montagna la grandine ha raggiunto anche i quattro centimetri. La protezione civile è allertata per l' innalzamento dei livelli del fiume Magra e dei torrenti Frigido, Lucido e Carrione. Anche nel fiorentino la pioggia abbondante ha fatto crescere l' Ombrone pistoiese e il Bisenzio che hanno superato nella notte il primo livello di guardia: la situazione è monitorata dalal centrale operativa del servizio di piena della Provincia di Firenze. Con il passare delle ore il Bisenzio è calato sotto il livello di guardia, ma non l' Ombrone.

Pericolo valanghe Il pericolo di valanghe viene segnalato sia in Alto Adige che in Trentino, in seguito alla recenti nevicate, soprattutto in quota. Per l'Alto Adige in Val d'Ultimo e nella zona delle Maddalene il pericolo valanghe è forte, cioé di grado 4 su una scala da 1 a 5. C'é da aspettarsi una attività valanghiva spontanea, con molte valanghe di media grandezza e talvolta anche grandi valanghe. Sul restante territorio altoatesino, oltre i 1400 metri di quota, il pericolo valanghe è marcato, cioé di grado 3. Da tutte le esposizioni sono possibili distacchi spontanei che dai siti classici possono anche interessare infrastrutture. Le possibilità per escursioni sono limitate. In Trentino il distacco sarà possibile già con debole sovraccarico su molti pendii. Oltre il limite boschivo il pericolo valanghe risulta pertanto marcato, cioé di grado 3. Durante le escursioni particolare attenzione dovrà quindi essere posta nell'evitare zone interessate da accumuli eolici.

Cade dal tetto innevato: grave E' in gravi condizioni un ragazzo altoatesino di 22 anni, R.E., caduto dal tetto della propria abitazione. Era salito per liberare dalla neve l'antenna della televisione, sommersa dalla nevicata dei giorni scorsi e della notte, che quindi non permetteva più una buona ricezione del segnale. A scoprire che era precipitato a terra è stato il padre: si era affacciato sentendo il rumore di un elicottero, quando ha visto il figlio a terra nel cortile. Sul posto sono accorsi il 118 con un'ambulanza e un elicottero, il Pelikan 2. Il ferito si trova ora in prognosi riservata all'ospedale di Bolzano. Alla verifica dell'accaduto stanno lavorando i carabinieri di Ortisei, con quelli di Pontegardena, intervenuti sul posto.