Maltempo, Italia sotto la neve Disagi su autostrade e valichi

Da stanotte sta nevicando anche in pianura. Obbligo delle catene per la circolazione sui passi. Imbiancato anche il Vesuvio. Aeroporti sotto controllo

Milano - Il maltempo continua a imperversare sulla penisola. Su Trieste e sull'altopiano carsico sta nevicando abbondantemente e continua a soffiare la bora, con punte fino a 82 km orari. La neve ha attecchito sulle parti più alte della città, sopra i 200 metri, e sul Carso, dove ha formato uno strato di circa 6 centimetri. Nevicate sui rilievi delle Alpi e degli Appennini. Dopo la giornata difficile di ieri, migliora la situazione negli aeroporti. In quello romano di Fiumicino, dalle 8 di stamani sono tornate operative tutte e tre le piste. Si registrano ancora una decina di voli cancellati in partenza ed altrettanti in arrivo. Tra i voli soppressi, quelli diretti a Linate, Barcellona, Bologna, Parigi e Amsterdam.

Scuole chiuse in provincia di Roma Ad Affile, nella Valle dell'Aniene, il manto bianco è di circa 5 centimetri ma tanto è bastato per chiudere le scuole e provocare difficoltà nei collegamenti per gli abitanti delle altre frazioni. Su ordinanza del sindaco del Comune di Arcinazzo Romano sono state chiuse per neve le scuole anche a Rio Freddo.

Vesuvio imbiancato Il vulcano da stamani appare imbiancato sulla sommità. Soltanto una volta, durante questo tiepido inverno, la neve era comparsa sul Vesuvio, anche se in quantità decisamente inferiore a quella visibile oggi. In città intanto continua a piovere, anche se sono migliorate le condizioni del mare. In Puglia, per il mare mosso, vi sono problemi nei collegamenti con le isole Tremiti.

Situazione autostrade Nevicate intense hanno interessato il tratto appenninico tosco-emiliano dell'Autosole tra Pian del Voglio e Cadenzano. Interessati i tratti più alti dell'A-1 nel Lazio ed in Umbria, dove il traffico è stato regolare; nessuna difficoltà nei tratti della A-23 e della A-27 in Veneto ed in Friuli dove continua ancora a nevicare tra Carnia ed il confine di Stato e tra Treviso nord e Vittorio Veneto nord.
Fitte le nevicate sulle autostrade abruzzesi oltre gli 800 metri, sulla A-24 Roma-Teramo e sulla A-25 tra Torano-Pescara, dove l'azione dei mezzi sgombraneve e gli spargisale ha permesso la circolazione senza difficoltà, mentre rimane il divieto di transito per i camion con massa superiore alle 7,5 tonnellate. Più difficile resta la situazione sulla A 15. La tratta fra Spezia e Parma resta chiusa a causa della neve ai mezzi pesanti, come già disposto dal tardo pomeriggio di ieri. Circolano solo le auto con obbligo di catene. Si segnala, fra l'altro, l'inizio di una fitta nevicata anche a bassa quota, nella zona fra Aulla e Pontremoli.

Francia, 110mila case al buio Il maltempo e le forti nevicate hanno lasciato al buio circa 110mila abitazioni nelle regioni nordoccidentali della Francia e causato numerosi incidenti legati al traffico. La compagnia elettrica Edf ha reso noto che i problemi della rete sono dovuti alla bufera di neve che ha investito i Pirenei, dove sono restate senza elettricità 70mila case, mentre altre 40mila abitazioni sono ancora al buio per il maltempo che ha colpito il centro del paese martedì scorso.

Cinque morti in Germania Gravi problemi alla circolazione stradale e ferroviaria in Germania. Nei numerosi incidenti causati dalle strade ghiacciate sono morte finora cinque persone da martedi scorso, decine sono i feriti, molti dei quali in gravi condizioni.