Maltempo, al Nord allerta neve In arrivo precipitazioni intense

È in arrivo una
nuova ondata di maltempo, con precipitazioni a carattere nevoso che colpiranno le regioni
nord-occidentali. In Trentino previsto un metro di neve. Scatta il piano autostrade. Venezia, torna l'acqua alta

È in arrivo una nuova ondata di maltempo sul nostro Paese, con precipitazioni a carattere nevoso che colpiranno le regioni nord-occidentali. Da questa notte fino alla mattina di domani sono previste precipitazioni intense, con accumulo al suolo, sulle autostrade del Piemonte e della Liguria: A6 Torino-Savona, A26 Genova Voltri-Gravellona Toce, A7 Genova-Serravalle. Fin dalle prime ore del mattino - fa sapere Autostrade per l’Italia - neve anche in Lombardia ed Emilia sull’A1 da Milano fino a Parma e sul tratto appenninico, sull’A4, sull’A8 e sull’A9. Deboli precipitazioni sono previste anche al nord-est sulle autostrade A23 Udine-Tarvisio e A27 Venezia-Belluno. Sono previsti cambiamenti repentini delle condizioni meteorologiche con nevicate improvvise ed intense a seguito delle quali potrà anche essere sconsigliato il transito di alcune tratte autostradali con l’indicazione di percorsi alternativi. In questi tratti bisogna viaggiare muniti di catene a bordo o pneumatici invernali. Si invitano gli automobilisti a mantenersi costantemente informati sulle condizioni meteo e di viabilità, prima di intraprendere il viaggio e a considerare tempi di percorrenza maggiori per la ridotta capacità della infrastruttura a causa dell’operatività dei mezzi spazzaneve. Per l’intensità della nevicata potrebbe essere effettuato - in conformità con i protocolli operativi siglati con le autorità competenti - il fermo temporaneo dei mezzi pesanti; potranno inoltre essere regolati i flussi in entrata ai caselli. Piani di assistenza ai viaggiatori saranno attivati in collaborazione con Polizia Stradale e Protezione Civile.

Trentino, previsto un metro di neve Dalle prime ore di questa notte inizierà infatti a nevicare su tutta la regione. L’avviso diffuso da Meteo Trentino preannuncia nevicate fino a un metro di altezza nelle vallate e in montagna, e tra i 30 ai 50 centimetri anche in fondovalle «con inevitabili difficoltà e disagi per la circolazione». La neve continuerà a cadere fino a venerdì ma con un graduale innalzamento, a partire da giovedì mattina, della quota neve fino a quota 1000 metri e pioggia (30-40 millimetri la quantità prevista) nel fondovalle. Il punto della situazione è stato fatto poco fa dalla Protezione civile presso la Sala operativa alla sede del Corpo permanente dei vigili del fuoco di Trento. Poco dopo la mezzanotte saranno istituiti posti di controllo sulle arterie provinciali e statali: tutti i mezzi pesanti con peso complessivo a pieno carico superiore a 35 quintali dovranno avere le catene montate. Tale obbligo è previsto da un’ordinanza che sarà emanata nelle prossime ore dal presidente della Provincia autonoma.

Acqua alta a Venezia In Veneto, dove tra domani e venerdì sono attese neve in quota, piogge in pianura. Giovedì sera è prevista acqua alta, con una massima di marea attorno ai 140 centimetri sul medio mare, a Venezia. Secondo, l’agenzia regionale per l’ambiente del Veneto (Arpav), sul Veneto è in arrivo «una fase prolungata di maltempo con inizio da domani fino a venerdì con piogge, consistenti nevicate in quota, rinforzo dei venti». Da domani si avranno precipitazioni diffuse ed abbondanti e il limite della neve tra i 1100 e i 1300 metri i quota. Per domani attesi fino a 120 millimetri di pioggia sulle 24 ore, un dato che cala a 70 millimetri per giovedì e venerdì. L’Arpav segnala «l’effetto cumulativo delle precipitazioni». Per quanto riguarda la neve attesi, nei tre giorni, dai 100 ai 250 millimetri di neve sulle prealpi e di una «notevole quantità» sulle Dolomiti. Il pericolo valanghe passerà al grado 3 "marcato" e quindi 4 "forte" su una scala di cinque valori.