Maltempo, rientro anticipato per 500mila milanesi

Code su autostrade e tangenziali già dalle prime ore del pomeriggio e fino a tarda sera. Folla anche alla Centrale

È stato un rientro anticipato per molti vacanzieri per «cause di forza maggiore». Il meteo lo aveva abbandantemente annunciato e così è stato: il maltempo ha rovinato il ponte di Pasqua e di Pasquetta a molti milanesi che hanno così deciso di rientrare in città prima del previsto. Ieri infatti già dalle prime ore del pomeriggio il traffico si è fatto più intenso sulle autostrade, ai caselli d’ingresso in città e sulle tangenziali. Secondo l’Osservatorio del telefono blu da ieri a Milano sarebbero già ritornati più di 500mila milanesi che erano partiti per le vacanze pasquali. Non ci sono stati incidenti gravi ma non sono mancate le difficoltà soprattutto per chi ha viaggiato in auto. Nonostante le previsioni indicassero infatti un ritorno in città «morbido» per il fatto che le scuole resteranno chiuse fino a mercoledì, già dal primo pomeriggio di ieri il traffico si è invece intensificato su tutta la rete viabilistica della Lombardia. Lunghe colonne di auto si sono formate in serata sulla A1 verso il capoluogo lombardo e sulla A4 Milano-Venezia sempre in direzione Milano. Traffico anche sulle tangenziali fino in tarda serata.
Folla anche alla Stazione centrale. Per questo ponte Trenitalia ha registrato un record di viaggiatori con un incremento del 25% rispetto ai un weekend normale. Sia i treni ordinari che quelli straordinari hanno viaggiato quasi al completo. C’è stato qualche ritardo soprattutto sulla linea Milano-Venezia dove un uomo è stato travolto da un convoglio e la linea è rimasta bloccata per diverso tempo. È stata la prima prova di controesodo. Secondo l’Osservatorio di telefono Blu complessivamente è rientrato il 65% di chi era partito.