Maltempo al sud, 4 morti a causa del forte vento

Il custode di un parcheggio è stato ucciso da un pino secolare caduto a San Giorgio a Cremano. In Calabria un uomo alla guida di un furgone perde il controllo del mezzo. A Pescara annega uno skipper finito in acqua. A Tempio Pausania un ventenne finisce sotto le macerie dopo il crollo di un muro

Napoli - Giuseppe Del Vecchio, 57 anni, custode di un’area all’aperto adibita al parcheggio di roulotte e articoli per il campeggio, è stato ucciso da un pino secolare caduto per le raffiche di vento. Il fatto è accaduto a San Giorgio a Cremano, in via San Giorgio vecchia; il pino era alto circa 20 metri e ha colpito Del Vecchio mentre stava ripulendo da rami e foglie l’area. Soccorso e portato all’ospedale Loreto Mare di Napoli, l’uomo è morto poco dopo il ricovero per le conseguenze delle numerose ferite provocate dal peso dell’albero su tutto il corpo.

Calabria Un uomo, le cui generalità non sono state ancora rese note, è morto in un incidente stradale avvenuto, probabilmente a causa del maltempo, sulla statale 18, nei pressi di Guardia Piemontese, nel cosentino. La vittima era alla guida di un furgone e, probabilmente a causa di forti raffiche di vento, ha perso il controllo del mezzo che è precipitato da un viadotto. Sul luogo dell’incidente stradale sono intervenuti i carabinieri ed i vigili del fuoco.

Pescara Lo skipper annegato davanti al porto turistico di Pescara si chiamava Maurizio Riccetti. Gli altri due membri dell’equipaggio della barca incagliatasi, Gianluigi Marchetti, 33 anni di Porto S.Elpidio (Macerata) e Orietta Broietti, 34 anni di Potenza Picena (Macerata), sono stati trasportati nell’ospedale di Pescara. Marchetti è stato ricoverato in osservazione per un principio di assideramento, mentre la Broietti, che ha avuto il setto nasale fratturato, è stata dimessa subito.

Cagliari Marco Carta, 20 anni, coordinatore cittadino e vicepresidente provinciale di An, è stato schiacciato dai blocchetti di granito di un muro di 25 metri che ieri sera gli è crollato improvvisamente addosso nel centro della città di Tempio. Il fatto è avvenuto ieri sera quando il giovane e la madre stavano attraversando la strada per recarsi nell’abitazione di un parente che li aveva invitati a cena. Il ragazzo è rimastro schiacciato dai blocchetti di granito e dal fango. Sono intervenuti immediatamente i Vigili del fuoco e gli operatori del 118 che dopo alcuni sforzi sono riusciti a tirare fuori il ferito che respirava a fatica. Tra le ipotesi considerate quella del vento che nei giorni scorsi soffiava forte sulla cittadina gallurese e che potrebbe aver indebolito il muro della caserma, oppure lavori effettuati nella vicinanza dell’edificio militare potrebbero avere indebolito quel muro che ieri ha avuto il cedimento strutturale che ha provocato il crollo.

Forte vento al sud Tutto il Sud Italia è ferzato dal forte vento. A Napoli interrotti i collegamenti con le isole. Chiusa la A3 Salerno-Reggio Calabria in entrambe le direzione nel tratto compreso tra Lagonegro-Potenza e Sibari-Cosenza. Bufere di neve in Sila. A Fiumicino raffiche fino a 28 nodi, ritardi nei voli. Il vento che imperversa nel napoletano ha comportato un centinaio di interventi dei vigili del fuoco per cornicioni crollati e grondaie pericolanti. Alberi abbattuti segnalati anche sulla A30. Sospesi i collegamenti veloci con le isole del golfo di Napoli.