Maltempo sull'Italia: è allerta neve al Nord Disagi in tutto il Paese

Al Nord neve anche in pianura. Imbiancate Liguria, Toscana e Marche. Primi fiocchi su Milano. Chiuso l'aeroporto di Genova. Precipitazioni al Sud sopra i 300 metri. In Sicilia interrotti i collegamenti con le isole

Milano - Neve, freddo e gelo bloccano lo Stivale. Buona parte del paese è coperta da un manto di neve. I primi fiocchi sono scesi sul capoluogo lombardo poco dopo le 16. Attesa stasera, secondo le previsioni meteorologiche, la neve ha iniziato a cadere intensamente già a metà pomeriggio. Secondo quanto comunica la sala operativa regionale della Protezione Civile tra stasera e domani mattina è previsto che tutte le 12 province lombarde siano coperte di neve, soprattutto l’Oltrepò pavese in estensione alle basse pianure (mantovano, cremonese e fascia dell’Appennino in particolare) dove il manto nevoso raggiungerà anche i 15 centimetri. Nelle altre zone la neve sarà inferiore a 5 centimetri. I fenomeni, secondo le previsioni, saranno in esaurimento dalla tarda mattinata di domani, a partire da ovest. Previste gelate notturne diffuse e persistenti. Il pericolo valanghe è moderato su tutti i settori.

Neve in Liguria: chiuso aeroporto Genova Aeroporto chiuso per il maltempo a Genova. I voli al Cristoforo Colombo sono stati sospesi intorno alle 15.30 a causa della neve che si deposita sulla pista e della scarsa visibilità. In porto la Capitaneria ha interdetto la circolazione dei mezzi pesanti al terminal Sec e diramato una avviso a tutti i terminal sul peggioramento previsto delle condizioni meteo.

-18 in Alto Adige Freddo polare in Alto Adige. Nella parte sud del territorio, come informa il Servizio meteo provinciale, stamattina sono stati registrati -9°, mentre nel capoluogo, la colonnina è scesa a -6. La città più fredda è Brunico con -18, temperature ancora più rigide nelle località in quota: -22 a Riva di Tures e Braies, -20 a Dobbiaco e -19 a Solda. Ulteriore aumento del freddo è previsto nel fine settimana, situazione migliore solo a Natale. Nel fine settimana: domenica a Bolzano città la colonnina dovrebbe scendere ancora e toccare la doppia cifra. Fino a Natale seguiranno piogge, con il limite delle nevicate che si alzerà sopra i 1000 metri. Il Natale degli ultimi anni, concludono gli esperti del Meteo provinciale, è stato contraddistinto quasi sempre da sole e tempo asciutto: l’ultima nevicata risale al 25 dicembre del 2004.

Allerta nel bolgonese Allerta neve e ghiaccio sulle strade nel week end nel bolognese, causa le nevicate attese nelle prossime ore sia in appennino che in pianura seguite da un brusco abbassamento dei termometri, che potranno scendere fino a -7 gradi. Il comune di Bologna, assieme ad Hera, invita a usare il meno possibile l’auto, favorendo il passaggio di mezzi spazzaneve e spandisale per le strade. Si raccomanda di fare attenzione in città anche per il ghiaccio sui marciapiedi, causa spesso di rovinose cadute. Per ridurre al minimo i disagi alla cirolazione, sono al lavoro 40 mezzi spandisale, mentre sono 170 le lame spazzaneve pronte a entrare in azione qualora la nevicata raggiunga i 5 cm di altezza. Quattrocentoventi gli addetti, personale tecnico ed operativo, coinvolti nell’allerta neve.

Prevista neve anche al Sud Al Sud i fiocchi compariranno a quota 300-500 meri nel nord della Puglia e a 700-900 metri in Calabria e Sicilia. Le temperature sono previste in calo dappertutto. Il sito dell’Aeronautica prevede neve stanotte in gran parte del Nord (ma non nel Nord-Est), nella Toscana settentrionale, in Umbria. Domani mattina invece, dice il sito meteoam.it, la neve dovrebbe fare la sua comparsa nel Nord-Est, in Basilicata, Abruzzo e basso Lazio. Per il pomeriggio di domani, dice la Protezione civile, la tendenza è per "ampie schiarite" in Piemonte e Valle d’Aosta che si allargheranno poi al resto del Nord Italia e successivamente alla regioni centrali, mentre le nevicate continueranno nel sud a quota 600-800 metri. Le temperature continueranno a diminuire. Il miglioramento del tempo, però, non durerà, perché secondo le previsioni lunedì pioverà in quasi tutte le

Sicilia bloccata Interrotti per il terzo giorno consecutivo i collegamenti marittimi tra la Sicilia e le isole minori. Alla mezzanotte di ieri non sono partiti i traghetti da Porto Empedocle (Agrigento) a Lampedusa e da Trapani a Pantelleria.