«Una mamma in aiuto di bambini e anziani»

«Il mio impegno per i piccoli più sfortunati»

Gioia Locati

La giornata divisa fra gli impegni in famiglia e quelli per la città. Proprio come la grande donna della politica, candidata sindaco, a cui fieramente si ispira. Come lei, nella Cdl. Barbara Bianchi Bonomi è una quarantaduenne dall’entusiasmo trascinante, look sbarazzino del genere «non perdo tempo davanti allo specchio con spazzole e phon», una freschezza che le permette di esibirsi in t-shirt extralarge con la scritta «Basta no-global», energia da vendere per poter scorrazzare i figli di 11 e 1 anno dal nido alla scuola, alle attività pomeridiane. Ma soprattutto quella vocazione politica che cinque anni fa le ha creato un largo consenso: eletta a stragrande maggioranza nel consiglio di zona 1, si è buttata a capofitto nei Cam (centri aggregativi multifunzionali): «Sono i servizi ideali per una città come la nostra - spiega - qui si può stare insieme, frequentare corsi, fare sport, ballare, giocare, coltivare passioni, organizzare le feste per i bambini. Sono spazi gratuiti, una grande opportunità per gli over 70 che certo non si iscrivono in palestra». La Bonomi è stata imprenditrice per 16 anni. «Ero responsabile di una società di servizi, realizzavo campagne promozionali. Dal 2001 mi dedico a tempo pieno alla famiglia e alla politica». A lei si deve la creazione della ludoteca al Cam di corso Garibaldi, il campo di calcetto al Cam Romana e il servizio «Spazio feste» in tutti i Cam di zona 1. Ora la Bonomi si candida per il consiglio comunale per Forza Italia: «Mi impegnerò nel sociale, a favore degli anziani e dei bambini meno fortunati».