Mamma mia! Un musical per cantare

E’ stato uno dei film più amati dello scorso anno, grazie alla straordinaria interpretazione di una grande attrice, Meryl Streep. Mamma mia! ha confermato che il musical non è passato di moda, almeno sul grande schermo, regalando agli spettatori momenti di divertimento e viaggi con la memoria. La trama è semplice. Una ragazza sta per sposarsi: quale occasione migliore per scoprire il suo vero padre? Solo che i candidati sono ben tre, nel senso che nell’anno del suo concepimento sua madre ebbe altrettante relazioni.
Per dare un volto al suo vero papà decide così di invitare i tre al suo matrimonio, all’insaputa della madre. I buoni propositi, però, non sempre vengono premiati. Situazioni paradossali, grandi coreografie, risate genuine, dialoghi frizzanti, un cast mai così nella parte e una splendida colonna sonora sulle famose musiche degli Abba. Numerosi gli extra.
Si spazia così tra le scene eliminate e gli errori commessi sul set; si possono gustare la featurette sul making of del film e una su uno dei brani musicali presenti in Mamma mia!. Inoltre si può sentire anche un brano eliminato dal montaggio e cantare attraverso la sezione dedicata alle musiche della pellicola. Ma non basta. C’è anche il cameo di Björn Ulvaeus e il commento al film della regista Phyllida Lloyd.