«Mamma, stai tranquilla. Vedrai che la verità verrà fuori»

«Vedrai che piano piano la verità salterà fuori. Non leggo più i giornali né guardo la tv perché stanno dicendo cose assurde»: è quanto ha detto Fausto Cristofoli alla moglie Tina, che ieri mattina è andata in carcere a trovare il marito e il figlio Daniele, i due baristi arrestati con l’accusa di aver ucciso, domenica scorsa, a sprangate Abdoul. Tina Cristofoli ha raccontato di aver trovato marito e figlio «giù di morale» ma anche fiduciosi che presto tutto possa essere chiarito: «Loro sono corsi dietro a quei ragazzi - ha sostenuto la donna - perchè pensavano che avessero rubato l’incasso non i biscotti».
Nell’incontro, oltre a parlare di questioni pratiche, Daniele ha rassicurato la madre dicendole, come lei stessa ha riferito, di stare «tranquilla». «Meno male - le ha detto - che sono in cella con altri sette italiani che mi tirano un po’ su e poi abbiamo la stessa cultura, mentalità, e ci capiamo».
Quanto alla manifestazione di ieri la donna ha commentato: «È tutta una cosa politica, non è stata certo organizzata per il dispiacere per la morte di un ragazzo».