Mamme, un aiuto in musica

Laura Sonzogni

Un concerto benefico per raccogliere fondi. Fin qui, nulla di nuovo. Ma la particolarità dell’evento organizzato da Ad Maiora Onlus è che, per una volta, i ruoli non sono affatto scontati. L’orchestra Esagramma, che interpreterà brani di Beethoven e Mozart, è infatti composta da 40 giovani musicisti disabili, che, con il loro talento, daranno il loro contributo alla neonata associazione, che conta già 150 soci: «Il nostro obiettivo - spiega la presidente Buby Bernardini - è aiutare le giovani mamme che vogliono costruire se stesse e la propria famiglia senza abbandonare il lavoro». Il tutto riassunto nello slogan «Le donne che lavorano per le donne che lavorano».
Il primo traguardo che Ad Maiora intende raggiungere è la costruzione di un asilo nido all’interno dell’Istituto dei Tumori di via Venezian, destinato ai piccoli delle infermiere, delle dottoresse e delle pazienti dell’ospedale, un progetto cofinanziato dalla Regione Lombardia: «In ospedale moltissime infermiere hanno richiesto il part-time per poter accudire i figli - dice Bernardini - creando dei problemi per la copertura dei turni». Un’iniziativa pensata per le mamme, quindi, ma che avrà delle ripercussioni positive anche sulla cura delle persone: «Nel medio e lungo termine vorremmo estendere l’iniziativa anche alle istituzioni pubbliche - continua Bernardini - e alle piccole e medie imprese che vogliano riunirsi in consorzi per organizzare degli asili in comune». Appuntamento questa sera alle 20 nel Salone d’oro della società del Giardino, in via San Paolo 10.