Le mamme del G8 chiedono i danni

Stress, depressione, incubi notturni, insicurezza generale nella vita di tutti i giorni e paura delle forze dell’ ordine. Ad esserne affette sono addirittura le mamme dei no global che hanno fatto il G8 di Genova. E che dopo sei anni chiedono i danni allo Stato, costituendosi parti civili al processo.
Ieri i primi due casi. Il perito ha riconosciuto a una mamma un danno biologico del 13 per cento, mentre ha rimandato a mani vuote un’altra donna perché «non vi è evidenza clinica».