Man in frenata a Francoforte

I prezzi del petrolio e l’aumento del deficit commerciale pesano sulla Borsa di New York, dove a un’ora dalla chiusura il Dow Jones cedeva lo 0,84% e il Nasdaq l’1,11%. In rosso McDonald's (meno 4,04%), Intel (meno 1,98%) e HP (meno 1,65%). Male anche Verisign (meno 4,10%). Guadagnano Taser (più 7,46%) e Nextel Communications (più 1,48%). In territorio negativo anche le piazze europee. A Francoforte E.On archivia la seduta in vetta al listino con un rialzo dell'1,41%. Pesante Man che arretra del 2,07%. Vendite anche su Basf (meno 1,33%) e Metro (meno 1,14%). A Parigi Eads conquista la maglia nera con un ribasso dell'1,37%. In frenata Lvmh (meno 1,34%) e Sanofi Aventis (meno 1,19%). Contenuti i rialzi di Lafarge (+0,25%) e Arcelor (+0,10%). A Londra seduta brillante per O2 che chiude in rialzo del 2,92%. In fondo al listino Carnival (meno 2,34%). In flessione anche Reuters (meno 1,37%) e Lloyds (meno 1,03%).