«Man vuole rafforzarsi con Scania, l’offerta è in arrivo»

Il costruttore di camion tedesco Man sta seriamente considerando l’idea di avanzare un’offerta sulla svedese Scania e potrebbe prendere una decisione nei prossimi giorni. È quanto sostengono alcune fonti finanziarie. «Potrebbe accadere molto presto, questa settimana o la prossima», precisano le stesse fonti. Man, terzo produttore di camion in Europa per vendite, non ha voluto rilasciare commenti. E nessun commento è arrivato anche da Scania. Non sono mancati i riflessi in Borsa. Le voci sulla possibile imminente offerta di Man hanno giovato a tutto il settore automobilistico. Il titolo tedesco è cresciuto dello 2,50% a 60,65 euro, mentre le azioni della svedese Scania sono state sospese al rialzo a Stoccolma. Volkswagen, primo azionista di Scania con il 18,7% del capitale, è salita del 2,77% a 63,05 euro. Man punta a triplicare le proprie vendite di camion allo scopo di avvicinarsi ai due leader del mercato mondiale, Volvo AB e DaimlerChrysler. «È necessario diventare più grandi», ha precisato nei giorni scorsi Hakan Samuelsson, presidente della casa tedesca produttrice di Tir. Lo stesso Samuelsson, tra l’altro, proviene proprio da Scania. Quest’ultima è particolarmente ambita da quando l’Ue ravvisò la posizione dominante di Volvo AB e la costrinse a cedere il 30,6% di quota che deteneva nell’altro costruttore scandinavo.