Manager, politici e guitti: conti in tasca ai milanesi

(...) E prima dello stop imposto all’agenzia delle entrate dal garante della privacy, mezza Milano ha così potuto mettere naso sulla dichiarazione di Giacomino Poretti. Chi è? Be’, è quello del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, che dichiara 1.164.098 euro. Cinquecentomila in meno di Simona Ventura (1.677.193) che distanzia di un milione e passa Adriano Celentano che si ferma a quota 553.415 euro mentre 1.566.531 è il reddito di Eros Ramazzotti che supera Diego Abatantuono fermo a 1.302.350. Differenza di poco meno di milione rispetto a Renato Pozzetto che si attesta a 423.784, seguito da Laura Pausini con 260.559, Ottavia Piccolo con 118.972 e André Ruth Shammah a 43mila e rotti. E Dario Fo? Basta un tocco di mouse per scoprire che il guitto con premio Nobel denuncia 116.113 euro contro i 40mila e passa della moglie Franca Rame.
Ghiotta l’occasione anche per controllare quanto - ricordiamo sempre nel 2005 - hanno dichiarato il banchiere Alessandro Profumo, il finanziere Salvatore Ligresti e lo stilista Giorgio Armani: rispettivamente, 7.963.263, 6.144.200 e 44.963.206 euro. Avete letto bene: Armani dichiara 44 milioni 963mila e 206 euro. Niente male anche gli 8.159.500 di Marco Tronchetti Provera, i 2.942.588 di Diana Bracco, 2.208.865 di Donatella Versace e i 2.046.827 del presidente di Atm Elio Catania.
Vette milionarie anche per il giurista Pietro Schelesinger, classe 1930, con un reddito da 2.729.747 euro. E restando sempre nell’area del Palazzo di Giustizia balzano all’occhio 110.952 euro dichiarati da Ilda Boccassini contro 176.446 del pm Alfredo Robledo e 168.144 dell’attuale presidente del Tribunale Livia Pomodoro.
Tra i cognomi celebri dello sport meneghino spuntano anche i milanisti Kaladze Kakha con 4.304.092, Paolo Maldini con 9.287.536 e papà Cesare con 201.202. Spulciando in quella che Beppe Grillo ha definito la «colonna infame» saltano fuori pure il rabbino Giuseppe Laras - 71.977 euro dichiarati nel 2005 - e l’arcivescovo Dionigi Tettamanzi con 56.561 euro.
Ma gli occhi dei milanesi hanno pure messo nel mirino i politici: si va da Ignazio La Russa (446.924) a Barbara Pollastrini (131.528) passando per Vittorio Agnoletto (77.242), Umberto Veronesi (1.784.502), l’ex sindaco Gabriele Albertini (289.178) e l’attuale primo cittadino Letizia Moratti (183.415). Va decisamente peggio - nelle dichiarazioni dei redditi 2005 - agli assessori di Palazzo Marino Giovanni Terzi (31.707), Marilena Adamo (36.724) e Carlo Fidanza (55.641).
Ah, ultimo dettaglio. Quasi tutti i cinesi nell’elenco dell’agenzia delle entrate dichiarano redditi da euro zero virgola zero.