Mancano ancora due sole gare e poi il Torneo entrerà nella fase calda delle semifinali. Nella prova della Pinetina vittoria per il team Silverado Real Estate Il Corporate si prepara allo sprint finale

Mancano ancora soltanto due prove nella marcia di avvicinamento del Corporate Golf Challenge alle fase “calda” delle semifinali; quella che prevede quattro gare mozzafiato che si disputeranno a San Donato in provincia de L’Aquila, il 12 luglio, a Franciacorta e a Lignano, il giorno successivo, e infine all’Ambrosiano, in provincia di Milano, il 17 luglio.
Solo a quel punto sarà completo l’elenco delle 16 “super squadre” che a ottobre saranno protagoniste in Tunisia, a Tabarka, per la finalissima nazionale che decreterà il top team del 2007.
Visto il valore della posta in gioco è chiaro che questi ultimi appuntamenti, forse ancor più dei precedenti, sono stati all’insegna della competitività ai massimi livelli.
La necessità di aggiudicarsi gli ultimissimi posti disponibili – senza più prove di appello - ha infatti animato le gare della seconda metà di giugno e ha visto i team presenti “disposti a tutto” (anche a partenze all’alba o a trasferte di parecchie centinaia di chilometri per poter competere su un percorso amico) pur di giocarsi le migliori opportunità di successo. Con l’incognita in più delle bizze atmosferiche, che hanno contraddistinto gli ultimi giorni di primavera e hanno aggiunto ulteriore suspance al Torneo.
Emblematico il caso della gara della Pinetina, disputata lo scorso 14 giugno. La vigilia è stata infatti caratterizzata da un vero e proprio nubifragio che ha colpito la Lombardia e il Piemonte e che aveva fatto temere il peggio agli organizzatori. Fortunatamente, però, il giorno successivo il tempo è stato clemente - volgendo in pioggia solo durante la cerimonia di premiazione – e non ha quindi ostacolato il gioco delle trenta squadre in gara ad Appiano Gentile.
Molti, tra i team presenti, erano già alla loro terza prova, qualcuno addirittura al quarto - e quasi disperato - tentativo. A sorpresa, però, sul green lombardo sono scese anche due squadre nuove di zecca e alla loro prima gara nel Challenge.
Molte le compagini provenienti dalla Lombardia, anche se non sono mancate presenze da Venezia e da Genova.
Proprio il team genovese Silverado Real Estate (G. Ciarlo, E. Brichetti, F. Federighi, E. Franchini) ha ottenuto il primo posto nella classifica netta con 84 punti stableford. Primo lordo per Luciano Soprani (A. Bandelli, L. Ghisleri, F. Dell’Acqua, S. Melis). Secondo netto per Modecor Italiana (E. Leolli, M. Bianchini, E. Mango, P. Frischkoit) con 81 colpi. Stesso punteggio, ma terzo gradino del podio, per Golf Caffè (A. Meisina, M. Comaschi, E. Sozzani, N. Pertusi). A seguire, Axa Agenzia Motta (F. Motta, A. Rossi, I. Nadai, M. Stuardi) sempre con 81 colpi e Fratelli Sacchi Costruzioni (L. Sacchi, M. Giletta, M. Stesina, A. Rosa).
Il nearest to the pin se lo è aggiudicato Maurizio Comaschi di Golf Caffè, mentre l’estrazione della sacca da golf - premio messo in palio da BankAmericard, come per il nearest to the pin– è andata a Barbara Casati del team La signora delle mele. L’estrazione Polos è stata vinta da Enrico Brichetti di Silverado Real Estate.
Affollata la tenda ospitalità BankAmericard, con la gradita presenza del direttore generale Orlando Renisi che si è trattenuto per la premiazione per congratularsi personalmente con i giocatori.