Manchester United, party di Natale con stupro

Una donna di 26 anni ha denunciato alla polizia di essere stata violentata stanotte nelle stanze del Great John Street Hotel di Manchester dove i Reds stavano festeggiando con 90 ragazze

Manchester - La polizia di Manchester sta indagando sulle accuse avanzate da una donna che sostiene di essere stata violentata in un albergo dove i giocatori del Manchester United stavano festeggiando. L’aggressione si è verificata nelle prime ore del mattino di oggi al Great John Street Hotel a Castlefield, un quartiere alla moda di Manchester. I giocatori - tutti a parte Cristiano Ronaldo - avevano celebrato la festa di Natale della squadra in un casinò, dopodichè erano andati all’albergo."«Alle 4.15 del mattino circa la polizia ha ricevuto una chiamata dal Great John Street Hotel secondo la quale una donna di 26 anni era stata violentata. Le indagini sono in corso" ha affermato un portavoce della polizia.

Testimoni Secondo un ospite del "super-party" di Natale, alla festa c’erano circa 90 ragazze, alcune delle quali avevano percorso centinaia di chilometri pur di partecipare. "Erano tutte bellissime -ha raccontato al Sun una fonte anonima-, molte avevano dai 18 ai 30 anni. E alcune si gettavano letteralmente sui giocatori. L’atmosfera era decisamente alcolica, le cameriere continuavano a servire champagne rosa a chiunque lo chiedesse. Mentre i giocatori, apparentemente, andavano avanti a birra, vodka e whisky. Non posso credere che possa essere successo qualcosa del genere - ha proseguito - perché era stato un bellissimo party nella prima parte della serata. Rooney e Rio (Ferdinand) hanno passato gran parte del tempo sulla pista da ballo, ma è stato Ryan Giggs ha rubare la scena quando ha fatto un’imitazione di Elvis Presley e tutti si sono messi ad applaudirlo. Alcune ragazze - ha concluso - erano veramente da ko".