Manchester United senza mira L’Arsenal sconfitto (solo) 1-0

Andata delle semifinali all'Old Trafford. A Wenger non riesce lo stesso fortino messo in piedi da Hiddink a Barcellona. Segna in avvio O'Shea, poi Ronaldo sbatte sulla traversa

A Wenger non riesce il fortino architettato da Hiddink nella sfida tra Barcellona e Chelsea e il suo Arsenal esce dall’Old Trafford sconfitto di misura. Una sconfitta più nella sostanza che nella forma: se l’1-0 è risultato più che rimediabile, i Gunners pagano a caro prezzo l’inesperienza dei suoi giocatori (meno di 24 l’eta media dell’undici titolare) e devono accendere un cero al portiere Almunia: nella prima mezz’ora è lui a evitare la figuraccia. Dopo un solo minuto, arpiona con la manona un colpo di testa di Rooney, prima di ripetersi su Tevez e su Cristiano Ronaldo. Al 17’ deve però arrendersi sulla sventola di O’Shea dal cuore dell’area di rigore. Se a fine primo tempo i Gunners sono quantomeno ancora in corsa per la finale di Roma, il merito è tutto dell’estremo spagnolo. Nel Manchester la notizia è la luna storta di Cristiano Ronaldo: per più di un’ora sbraita con avversari, arbitro e compagni prima di stampare dopo 23 minuti della ripresa tutta la sua rabbia sulla traversa. Finisce 1-0 per il Manchester, ma i rimpianti sono tutti per i «Red devils».