Mancini disastro Juan autoritario

ROMA
5,5 DONI. Incerto nelle uscite, sembra svagato. Un po’ più reattivo nei secondi 45’ e una bella parata.
6 PANUCCI. Grinta da vendere anche quando diventa capitano con l’uscita di Totti.
5 MEXES. Sfortunato in una conclusione ravvicinata che scheggia la traversa, si fa anticipare da Liedson sul gol.
6,5 JUAN. Trova il guizzo di testa dopo un quarto d’ora, autoritario in difesa.
5,5 TONETTO. «Uccellato» da Abel nell’azione del gol, anche sulla trequarti non incide.
6,5 DE ROSSI. Tampona dovunque, corre per tutto il campo, si sbatte come sempre. Senza Totti è lui l’anima della Roma.
6 PIZARRO. Un paio di azioni interessanti e il corner che manda in gol Juan.
6 CASSETTI. Viene schierato esterno alto a destra e parte con il freno a mano tirato. Meglio a sinistra nella ripresa.
5,5 GIULY. Da incursore centrale alla Perrotta non lascia il segno (dal 28’ st BRIGHI SV).
4,5 MANCINI. Un paio di fiammate, innocue, nel primo tempo. Poi ha il demerito di fallire il rigore e di mangiarsi un gol (dal 42’ st CICINHO SV).
SV TOTTI. Si fa male dopo cinque minuti e la sua partita ne risente. Un diagonale troppo angolato, poi esce (dal 35’ pt VUCINIC 7. Si procura il penalty e poi la perla del gol che salva la Roma in una serata difficile).
All. SPALLETTI 6,5. Cambia le pedine nel consueto assetto tattico e stavolta è anche bravo nel mutare in corsa.
SPORTING LISBONA: Tiago 5, Abel 6, Tonel 5, Miguel Veloso 6, Ronny 6 (32’ st Purovic sv), Joao Moutinho 6, Izmailov 6,5 (36’ st Celsinho sv), Vukcevic 6 (26’ st Paredes sv), Romagnoli 6,5, Liedson 6,5, Yannick Djalò 5,5.
All. Bento 6.
Arbitro: Hauge 5,5.