Mancini esulta: «Vecchi e nuovi faranno strada»

Jacopo Casoni

da Milano

Roberto Mancini è contento della prestazione e del risultato, ma trova comunque qualche pecca su cui lavorare. «I primi 20' siamo stati un po' lenti, poi, prese le misure, abbiamo impostato la partita come volevamo ed è andato tutto bene. È importante che la base della squadra sia quella dell'anno scorso. I nuovi si inseriranno con più calma e in un'intelaiatura che ha dimostrato il proprio valore». E sull’esordio di Figo; «Ha fatto bene. Non è ancora in condizione, ma ha fatto buone cose e anche qualche numero dei suoi». Quanto ad Adriano: «Se resta così, va benissimo».
Tronchetti Provera lascia intendere che la soddisfazione è tanta: «La squadra ha giocato bene e ha dimostrato di essere composta di grandi campioni. Figo è andato bene. Adriano? Un buon inizio. Nel mirino di questa squadra c'è tutto, ma bisogna fare un passo alla volta». Il presidente Giacinto Facchetti non si scompone, ma la sua Inter gli è piaciuta. Eccome. «Bene così. Ma l'obiettivo scudetto si può raggiungere solo restando ad alti livelli per tutto l'arco del campionato. Figo deve entrare in condizione, ma ha già fatto vedere la sua classe. Pizarro è un giocatore straordinario. Da quando è arrivato all'Inter sta facendo molto bene. Dovevamo prenderlo prima? Meglio tardi che mai. Quanto ad Adriano, se gli lasci lo spazio per calciare... è gol. È incredibile». Luis Figo è felice: «Era un mese e mezzo che non giocavo in un impegno ufficiale ed è andata meglio di quanto pensassi. Dobbiamo lavorare tutti insieme per vincere. Mi piace la squadra e giocare con questi campioni è molto facile. Adriano? Sì, è stato bravo (risata generale, ndr). Ok, è stato bravissimo. Lui la mette sempre dentro».