Mancini: «Nessun problema con Adriano Tre punte spettacolo»

«Avevamo bisogno di ritrovare un po' di tranquillità, sia noi che il pubblico, e una vittoria così ci voleva». Roberto Mancini appare sollevato dopo il poker rifilato alla Reggina e si dice molto soddisfatto, soprattutto per l'ottima prova fornita dai suoi e per il buon esito dell'esperimento legato al cambio di modulo. «È un po' che proviamo il 4-3-3 in allenamento - svela il tecnico -. È una soluzione che mi è sempre piaciuta. Ci permette di sfruttare il potenziale offensivo di tre punte ed è un modulo che, se fatto bene, può essere devastante e molto divertente». Nonostante la larga vittoria, il discorso non può non spostarsi sul futuro dell'allenatore e sul difficile rapporto con Adriano, al centro delle dichiarazioni delle ultime ore. «Io sono tranquillo - taglia corto Mancini -. All'Inter capita tutti gli anni che si parli di cambiamenti in panchina, ma credo di avere la fiducia della società e di aver fatto un buon lavoro. Non servono rivoluzioni. È importante aver migliorato rispetto alla scorsa stagione, anche se non siamo riusciti a centrare i nostri obiettivi. Ci riproveremo l'anno prossimo. Adriano? Mai stato alcun problema».
Protagonista di giornata è stato David Pizarro che a fine gara ha detto la sua sul caso Adriano: «Adri ha sbagliato. Le sue dichiarazioni hanno fatto male al gruppo. Il mio futuro? Se Moratti vuole resto volentieri, ma se non fosse così, non avrei problemi ad andare via».