«Mandano in malora la piscina del Lido di Chiavari»

Caro Lussana, Lei ha già pubblicato (in data 18 marzo 2005 e 14 settembre 2005) mie lettere con foto relative al degrado ed abbandono in cui giace la piscina del Lido di Chiavari. In questi giorni inizia ufficialmente la stagione balneare e per il terzo anno non è successo niente! Il degrado dei bagni (piscina olimpionica abbandonata, tolta l'acqua dalle cabine, ecc.) continua imperterrito. Si vede che al Comune (proprietario dei bagni) non interessano i turisti e dare loro dei motivi per venire a fare i bagni a Chiavari. Invece di perdere mesi e tanti soldi per cambiare degli alberi, che non modificheranno per niente la bellezza ed il verde della città, potevano dedicarsi al recupero di un bene preziosissimo, per rispetto del patrimonio che le amministrazioni precedenti hanno lasciato alla città. Ripeto ancora per chi non ricordasse le mie precedenti: le mie figlie (di circa 40 anni) cresciute ai Bagni Lido, dallo scorso anno con i loro bambini vanno sulla riviera Adriatica. Il Comune non solo fa un cattivo servizio ai turisti, ma fa andare via anche i chiavaresi! Con vive cordialità l'ultimo chiavarese che dal 1938 va ai bagni Lido.