Manet e Haring in arrivo in città Prorogate Escher e Hokusai

È tra le mostre più attese del 2017. «Manet e la Parigi moderna» sarà ospitata a Palazzo Reale da marzo a luglio. Dal 20 febbraio l'omaggio a «Keith Haring. About Art» approderà in città, a trent'anni dalla scomparsa dell'artista statunitense. Il Museo delle culture ospiterà «il cavaliere errante» di Kandinskij, mentre all'Hangar Bicocca da settembre si potranno visitare gli «Ambienti» di Lucio Fontana». Sono solo alcune delle anticipazioni del calendario delle mostre del 2017 che sarà annunciato dopodomani dall'assessore alla Cultura del Comune Filippo del Corno e dal sindaco Beppe Sala.

Intanto visto lo straordinario successo di visitatori e critica il Comune ha deciso di prorogare le mostre aperte in questo periodo a Palazzo Reale, «Escher» e il mondo fluttante di Hokusai, Hiroshige e Utamaro.

La mostra dedicata a Escher, che ha già raggiunto i 246.103 visitatori, resterà aperta una settimana in più, fino a domenica 29. In 199 giorni di apertura, 1.236 persone al giorno in media hanno affollato le sale al primo piano di Palazzo Reale. Così la straordinaria selezione di 200 xilografie policrome e libri illustrati, tra cui l'iconica Grande onda e la serie delle Trentasei vedute del monte Fuji di Hokusai, provenienti della prestigiosa collezione della Honolulu Museum of Art, si potranno ammirare fino al 29, con orari estesi. L'esposizione rimarrà aperta dunque anche il lunedì mattina, dalle ore 9.30 e fino alle 19.30 (ultimo ingresso sempre alle ore 18.30). la retrospettiva sul mondo fluttuante dei tre artisti nipponici a cavallo tra Settecento e Ottocento ha raggiunto i 137.618 visitatori complessivi con una media giornaliera di 1418 persone in 97 giornate di apertura effettive (dati all'8 gennaio).

MBr