In manette «blindo», mago delle casseforti

È stato arrestato con l’accusa di ricettazione a seguito di un ordine di carcerazione della Procura di Roma ma è considerato un mago delle casseforti di ogni genere. È finito così in carcere a Latina, dopo un’operazione della polizia, Cataldo Patruno, di 59 anni, originario di Foggia ma residente ad Aprilia, soprannominato «Blindo». «Blindo», al quale l’ordine di carcerazione gli è stato notificato dalla polizia, è noto anche alle forze dell’ordine per detenzione illegale di armi e munizioni, rapina, riciclaggio, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.