Manette al "re del bisturi" Ha sfigurato 96 donne

Fermato in Spagna Michel Maure. Si credeva un genio della chirurgia estetica. Radiato nel 1997 dall'Ordine dei medici francesi, operava a Marsiglia in condizioni di fortuna. Tra il 1995 e il 2004 un centinaio di pazienti sono state mutilate dai suoi interventi

Parigi - Il dottor Michel Maure, 59 anni, si credeva il genio della chirurgia estetica e amava sentirsi chiamare «uno dei migliori al mondo». Essendo stato radiato nel 1997 dall'Ordine dei medici francesi, operava a Marsiglia in condizioni di fortuna, praticando interventi di lifting, ricostruzione del seno e liposuzione sulla base di un'anestesia approssimativa e talvolta insufficiente. L'igiene lasciava ampiamente a desiderare. Eppure le pazienti non mancavano a quel medico che si vantava di restituire gioventù e bellezza a corpi umani ormai segnati dal trascorrere del tempo.

Adesso il dottore è in prigione in Spagna, dove ieri - appena ritrovatosi le manette ai polsi - ha cominciato ad agitarsi nel tentativo di evitare l'estradizione verso il suo Paese d'origine: la Francia. Pare che il presunto «genio del bisturi» trasformasse in peggio le fattezze di una parte dei propri pazienti. Ben 96 donne affermano d'essere state letteralmente sfigurate e mutilate, tra il 1995 e il 2004, dal chirurgo estetico transalpino, che faceva pagare profumatamente le proprie prestazioni più o meno catastrofiche.
Sommersa dalle denunce delle inviperite pazienti, la magistratura francese ha aperto un'inchiesta a carico del medico stregone, che è stato processato lo scorso giugno per truffa, pubblicità ingannevole, ferite involontarie e attentato all'altrui sicurezza. La sentenza arriverà il prossimo 8 settembre. Nel frattempo i magistrati hanno concesso all'imputato, che rischia una condanna a quattro anni di carcere, la libertà provvisoria. A fine luglio il medico è divenuto uccel di bosco e le autorità francesi hanno chiesto l'aiuto dell'Interpol per ritrovarne le tracce. Un mandato di cattura europeo è stato spiccato nei suoi confronti.

La fuga del chirurgo non è durata neppure un mese. Gli agenti spagnoli lo hanno riconosciuto tra i turisti che affollano le località balneari della Catalogna. L'arresto è avvenuto a Empuriabrava, presso la città di Rosas, nella provincia di Gerona. Immediatamente il «chirurgo» è stato trasferito a Madrid e messo a disposizione della magistratura iberica, che si occupa di estradizioni. Le autorità spagnole, che chiedono regolarmente alla Francia l'estradizione dei terroristi baschi dell'Eta, vogliono mostrarsi particolarmente attive nel collaborare con la giustizia di Parigi. Dunque la procedura per il rimpatrio del dottor Maure è cominciata senza indugio. Di fronte al magistrato iberico il medico si è detto innocente e si è opposto al trasferimento in Francia. La battaglia legale potrebbe durare due mesi. Nel frattempo arriverà la sentenza della giuria francese per il processo svoltosi in giugno.

Comunque le cose si mettono male per quello che alcune sue ex pazienti chiamano «lo sfiguratore». Quand'anche venisse assolto, cosa improbabile, pagherebbe a caro prezzo il fatto d'aver violato la libertà provvisoria. Oltre ai quattro anni di carcere, Miche Maure rischia una pena detentiva per la fuga. La sola cosa a non preoccuparlo è la multa in denaro: 75mila euro sono ben poca cosa rispetto alle cifre pagate per anni da gentili signore in cerca di gioventù e bellezza.