In manette gli spacciatori dei treni denunciati due ragazzi con «erba»

Quattro arrestati e due minorenni denunciati, tutti italiani, è il bilancio dei controlli a bordo dei treni svolti negli ultimi giorni dagli agenti della polizia ferroviaria ligure. Le operazioni sono state condotte a Genova e nel Tigullio. La polfer ha passato al setaccio i convogli diretti a Genova e provenienti da Milano, Torino e Pisa. In manette sono finiti due trentenni, sorpresi alla stazione Principe con 22 grammi di eroina. La successiva perquisizione dell'abitazione di uno dei due, a Sampierdarena, ha consentito di trovare altra droga e materiale per il confezionamento delle dosi per lo spaccio. Il terzo arrestato è un genovese con precedenti che è stato fermato con dieci grammi di eroina in «pietra». In carcere anche un altro genovese con precedenti: era agli arresti domiciliari e invece i poliziotti lo hanno sorpreso in stazione. La coppia di minorenni è stata fermata nel Tigullio mentre tornava a casa dopo una notte in una discoteca della Riviera. I due ragazzi, che sono stati denunciati, addosso avevano alcuni grammi di hashish.