Mangia a scrocco al market, rischia 20 anni

Disoccupato ruba cibo per 11 euro e minaccia gli agenti col bastone

Un invito galante un po’ improbabile. Niente ristoranti né tanto meno fiori, ma un supermercato alle porte di Milano. Lui la invita, lei accetta e così si ritrovano davanti al banco dei salumi a confezionarsi un panino e poi a bere coca cola, nascosti tra gli scaffali. Obiettivo: pranzo a sbafo. Protagonista della marachella un disoccupato di 37 anni in compagnia di un’amica, ora datasi alla macchia. Sì perché i vigilantes del supermercato «Il Gigante» a Bellinzago Lombardo si sono accorti subito dei due scrocconi e così il loro piano bellicoso è presto andato in fumo. Discreti, i dipendenti del negozio hanno preso nota degli alimenti mangiati a sbafo e quando i due sono arrivati alla cassa, gli hanno presentato un conto di 11 euro e 60 centesimi. E qui è iniziata la sceneggiata: i due, con lo stomaco pieno di affettati, frutta e pasticcini, hanno giurato di non aver mangiato niente quindi sono scappati fuori dal centro commerciale. Lui, cuor di leone, ha minacciato i vigilantes con un bastone trovato in un’aiuola mentre lei, fuggiva a gambe legate. Arrivati i carabinieri, l’uomo è stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata dall’uso di arma impropria. Una bravata costata cara, visto che ora il disoccupato che aveva già piccoli precedenti penali, rischia una condanna che va dai quattro ai 20 anni di reclusione.