Mangiagalli Al nido arrivano i palmari anti-errore

La Mangiagalli si riconferma clinica da record. È qui, infatti, che nasce la maggior parte dei milanesi: 6.744 soltanto nel 2008, in pratica 18 al giorno, e nei primi cinque mesi di quest'anno i parti sono arrivati già a quota 2.800. Una tale mole di attività ora può contare su un nuovo nido in grado di ospitare dai 60 ai 70 neonati. Nella nursery ristrutturata, con 300mila euro attinti dalle casse del Policlinico da cui dipende, è migliorata l'attenzione rivolta a madre e bambino: tramite spazi dove le neomamme possono essere istruite dalle puericultrici ed i braccialetti elettronici che scongiurano il pericolo di scambiare i neonati. Questo strumento di sicurezza e la cartella clinica informatizzata sono state mostrate all'assessore regionale alla Salute Luciano Bresciani ed alla sua collega comunale alla Famiglia e alle politiche sociali Mariolina Moioli, nel corso dell'inaugurazione del nuovo nido. Settanta culle in cui all'anno si alterneranno oltre seimila bambini, un quinto dei quali ha una madre straniera. Le donne più prolifiche sono le filippine, le ecuadoriane, le egiziane, le peruviane e le romene. Della nuova nursery non beneficeranno solo le neomamme ma anche i papà che possono incontrarsi con infermieri e puericultrici per acquisire in breve tempo tutte le competenze necessarie per un rientro a domicilio tranquillo.