Mangiarotti e Camozzi creano joint venture

da Milano

Il gruppo Mangiarotti ha acquistato dal gruppo Camozzi il 70% di Ansaldo Camozzi Nuclear & Energy Special Components, annuncia una nota. L’operazione, da circa 35 milioni, porta alla creazione di una joint venture di cui Camozzi resta azionista al 30% e che opererà nel settore della componentistica per impianti nucleari. Adviser finanziario dell’operazione è Banca Akros, consulenti della parte venditrice sono stati inoltre lo studio Legale Craca Pisapia Tatozzi per gli aspetti legali e lo studio Pernigotto per quelli fiscali.
Camozzi opera nei settori componentistica nucleare, pneumatica ad aria compressa, macchine utensili e macchine tessili con un fatturato aggregato 2007 di circa 400 milioni. Mangiarotti è attiva nella componentistica per impianti oil&gas, con un fatturato 2007 di circa 110 milioni. L’operazione, si spiega, è finalizzata a sfruttare la rinnovata richiesta di centrali nucleari nel mondo. La capacità mondiale di produzione di energia nucleare, secondo la Iea, crescerà dagli attuali 370 GW a 520 GW nel 2030.