Manhattan rasa al suolo nel catastrofico «Cloverfield»

Una catastrofe si abbatte su Manhattan. Una giornata di primavera come le altre a New York City: un gruppo di amici si riunisce per una festa in onore di uno di loro che sta per partire per il Giappone. D'improvviso un terremoto e la televisione che inizia a parlare di un incidente che sembrerebbe avere coinvolto la Statua della Libertà. Tutti in terrazza per vedere cosa succede e un'esplosione che inizia a sgretolare parte della Skyline di Manhattan. Non è una bomba. È qualcosa di sconosciuto, ma anche di vivo, terrificante, mostruoso. In sala Cloverfield, il film che rimanda la costante tensione post 11 settembre, diretto da Matt Reeves, in testa al box office americano con incassi stimati in 41 milioni di dollari. Dinamico, brillante ed estremamente veloce il film alterna momenti di alta tensione con situazioni più intimiste e romantiche e combinando tecnologie differenti, racconta tutta l'azione seguendo il punto di vista della telecamera digitale di un gruppo di amici che di quello che sta accadendo, possono offrire una visione frammentaria e inquietante.
Tratto dal romanzo omonimo di Cecilia Ahern, lo sceneggiatore Richard LaGravenese, torna al dramma amoroso con P.S. I Love You, un film malinconico ma anche pieno di ottimistici slanci vitali. Oltre al Premio Oscar Hilary Swank, il sexy Leonida di «300», Gerard Butler, nei panni di un appassionato, divertente e impetuoso irlandese di nome Gerry in versione romantica.
Terzo film londinese per Woody Allen con Sogni e delitti dopo «Match Point» e «Scoop», e terzo delitto con castigo nella storia. La prima parte del film ha toni comici nel descrivere come due imbranati fratelli, Colin Farrell e Ewan McGregor diversissimi tra loro, ma accomunati dallo stesso desiderio di cambiare vita, con il miraggio dei soldi, si accingano, senza nessuna esperienza criminale, a commettere un delitto. La seconda è tetra e senza speranza dove il delitto si paga pesantemente.
In sala anche L'innocenza del peccato, diretto dal maestro francese Claude Chabrol, storia di una giovane e ambiziosa conduttrice televisiva sedotta e manipolata da un maturo ed egocentrico scrittore sposato, che ne fa un'amante esperta e la introduce ai giochi viziosi del jet set parigino.